La spirale di aromatiche diventa la Casa delle Coccinelle alla Scuola di Infanzia Collodi

IMG-20170630-WA0003

Un grande grazie alla Scuola di Infanzia Collodi di Gonzaga, con la quale ho appena concluso un percorso progettuale partecipativo per la realizzazione della Casa delle Coccinelle, un percorso sensoriale a forma di spirale destinato ad ospitare piante aromatiche ed ortaggi stagionali secondo il desiderio dei bambini della scuola: far tornare nel loro bellissimo parco le coccinelle ed altri insetti buoni.

Il progetto, nato dall’immaginazione dei bambini e dalla creatività delle insegnanti ha preso vita grazie a tre mesi di campo in autocostruzione, dove genitori, nonni ed insegnanti hanno investito il loro tempo e i loro sforzi nel realizzare concretamente la spirale in mattoni, le vasche contenitive, il riempimento di terra e l’impianto di irrigazione goccia a goccia.

casa coccinelle collodi

Una bellissima esperienza , fatta di forza di volontà, gratuità, collaborazione e significato: al di là della gioia che porta agli occhi questa spirale, essa rappresenta una grande occasione per i bambini della Scuola di Infanzia.

Prendendosi cura di qualche cosa di vivo essi impareranno, anche con il diritto di sbagliare, cosa significa assumersi delle responsabilità e partecipare al buon funzionamento di cio che chiamiamo bene comune. Impareranno, insomma, il germe del civismo.

La connessione che l’uomo ha con la natura è atavica, irresistibile e necessaria; ma và ben oltre il panorama che possiamo guardare da una finestra o il relax che ci deriva da una breve vacanza. Della natura noi abbiamo bisogno: per alimentarci, per respirare, per curarci. In questo mondo sempre più virtuale la natura ci ricorda che siamo parte di un sistema che possiamo conoscere profondamente attraverso tutti i nostri cinque sensi, e non solo con un dito scorso su di uno schermo. E ci ricorda che, per quanto corriamo,la vita cammina con il ritmo delle stagioni.

Grazie ancora alle insegnanti Sara, Giovanna, Valeria, Elisabetta, Sandra, Manuela, Evelina! E un grazie particolare per la collaborazione e la competenza di Malagutti Alen di Anime di Terra e per l’aiuto di Alessandro Vezzani, Guida Ambientale Ascursionistica.